Archivio notizie

 10-feb-21
OBBLIGO DI COMUNICARE IL DOMICILIO DIGITALE (PEC) PER I PROFESSIONISTI
OBBLIGO DI COMUNICARE IL DOMICILIO DIGITALE (PEC) PER I PROFESSIONISTI

Cos’è il domicilio digitale? E come si attiva?
Per domicilio digitale si intende l’indirizzo presso il quale la Pubblica Amministrazione invia atti, comunicazioni e notifiche al cittadino. In pratica, il domicilio digitale altro non è che un servizio di recapito certificato, come una PEC o equivalente per tutte le comunicazioni e notifiche al cittadino da parte delle Pubbliche Amministrazioni soggette al CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale). Per attivare un domicilio digitale occorre innanzitutto avere indirizzo di posta elettronica certificata (PEC). Hai già un indirizzo PEC? Comunicalo al più presto al tuo Ordine!

Vuoi sapere come ottenerne uno nuovo? Leggi le istruzioni.

L’articolo 37 del decreto-legge del 16 luglio 2020 n. 76 (cosiddetto decreto semplificazioni) è intervenuto sulla disciplina del codice dell’amministrazione digitale rafforzando l’obbligo per i professionisti di comunicare il proprio domicilio digitale (PEC) al rispettivo Ordine. In caso contrario, l’Ordine dovrà procedere all’invio (mediante raccomandata A.R.) di una diffida ad adempiere entro e non oltre il termine di trenta giorni decorrenti dal ricevimento della stessa. In caso di mancata ottemperanza alla diffida, sarà comminata la sanzione della sospensione del professionista inadempiente dal relativo albo fino all’avvenuta comunicazione del domicilio digitale.
 

 
 
 

Altre notizie correlate